Torre degli Ulivi è a metà fra paese e espansione urbana di Cagliari, a circa dodici kilometri da Cagliari. All'entrata dei settori delle lottizzazioni c'è una edicola. E' un'edicola ben fornita e, ovviamente, dentro ci sta una edicolante. L'edicolante si chiama Mariella. Mariella lavora tutto il giorno, fin dall'alba. Ma ci sono momenti morti. Allora Mariella legge, legge furiosamente di tutto. Parla con tutti. Vuole capire le cose. Non va tanto bene, di questi tempi, voler capire le cose, ma tant'è...

Il bello è che si parla di tutto, in modo molto stimolante. E il suo punto di vista è in qualche modo privilegiato, può leggere tutti i giornali che vuole, tutte le riviste che vuole. Guarda la gente che compra. Nel senso che la guarda proprio, non l'occhiata distratta e il fugace sorriso di chi deve vendere e basta.

Dalle chiacchierate con lei nascono gli spunti degli articoli, o saggetti brevi, o riflessioni, che seguono. Una serie di spunti sono proprio proposti da lei e in questi giorni li tratteremo.

Il caso Velvet di Repubblica - articolo di Dina Lentini sull'omonima rivista

La Nannini, le altre e la maternità tardiva - articolo di Dina Lentini su discussione con Mariella

Torre degli Ulivi, oh cara descrizione del contesto "urbano" dell'edicola...

wired, la rivista - articolo di Nino Martino su una esplicita richiesta: di che tratta wired e a chi si rivolge?

cosa compra la gente in edicola? Intervista di Dina a Mariella, sui gusti della gente e sulle reali vendite di vari quotidiani e/o riviste

 

La fotografia è di Yves-Marie Hue